L’ARTE DELL’IRONIA … LA LEGGEREZZA DELLA VITA!

WhatsApp Image 2020-12-15 at 11.43.31

IL SUCCESSO DELLA LEZIONE DELLA PROF.SSA NUNZIA SCARANO

Lunedì 21 dicembre, alle ore 17,30, in modalità virtuale, presso l’Istituto Comprensivo di Boville Ernica (Fr), si è svolta la lezione di arte organizzata dalla prof.ssa Nunzia Scarano, sul tema: L’arte dell’ironia… la leggerezza della vita. L’incontro, come indica il titolo, riguarda la prospettiva con cui affrontare questo periodo particolarmente complicato, a cui tutti, studenti, docenti, famiglie, siamo chiamati a reagire per non rimanere vittime di questo stato di incertezza. Il tema di fondo ha, dunque, una sua attualità e si lega a quel che stiamo vivendo nella prospettiva di non rimanerne vittime, ma di trovare la maniera per uscirne fuori, ponendoci al di là della stessa emergenza. Il percorso indicato dalla prof.ssa Nunzia Scarano poggia sulla necessità di trovare nelle risorse dell’ironia la maniera attraverso cui oltrepassare questo momento terribile, che nessuno aveva previsto così lungo e doloroso. L’ironia potrebbe essere una strategia utile ad affrontare la pericolosità del virus perché contiene tutti gli elementi per affrontare il dolore, la sensazione di pericoli, le innumerevoli difficoltà facendo proprio per la sua carica eversiva, che permette di capovolgere in sorriso le situazioni che la cronaca quotidiana propone. Essa, infatti, ha sempre agito nella storia dell’umanità come risorsa fondamentale non tanto per rapportarsi con superficialità nei confronti dei problemi (in questo caso con il rischio del contagio e la consequenziale condizione di fragilità), ma per osservare con il necessario distacco – e anche con una buona dose di sorriso, con quella leggerezza che il Italo Calvino delle Lezioni americane (1988) individuava come fondamentale risorsa per uscire dalla “pesantezza” del mondo al tempo delle ideologie – quel che accade nella speranza di scavalcare la paura e le difficoltà. Questo ci ha insegnato una tradizione che la storia dell’arte ha ratificato mediante le immagini mostrate durante l’incontro: opere che colgono i momenti storici cruciali in cui si sono trovati a vivere gli esseri umani, ma che tuttavia inducono a credere positivamente nella soluzione dei problemi. La prof.ssa Scarano ha guidato il pubblico, formato da studenti e adulti, lungo un percorso tematico che ha messo a nudo, da un lato, il tema della debolezza, ma nello stesso tempo ha evidenziato come proprio nei momenti di maggior pericolo gli uomini sono stati capaci di trovare nell’arte le risorse per superare le difficoltà. “Il mio percorso – spiega la prof.ssa Scarano – è diviso in tre parti : nella prima parte mi sono divertita a cambiare alcuni titoli di opere d’arte famose (Carvaggio, Magritte, Botero, Guttuso, Munch, Raffaello, De Chirico, Hayek, Steen, Renoir, Picasso, Hopper, Botticelli, ecc…) poiché cambiare il titolo di un’opera permette di aprire un nuovo canale di comunicazione con il pubblico; nella seconda parte ho evidenziato l’esempio di artisti che hanno operato utilizzando l’ironia e la satira come momento di leggerezza o dissacratorio (Duchamp, Magritte, Grosz, Piero Manzoni, Dalì, Andy Wahrol, Oldemburg, ecc… e nei versi di Riccardo Roselli recitati dalla voce di Vincenzo Paolicelli); infine, nell’ultima parte, ho affrontato il tema della leggerezza della vita (da Calvino ad Aldous Huxley e attraverso le opere di Chagall, Magritte, Botero, Munari, Calder, Giacometti, Bernini, Degas, Canova, Mirò). Il metro di misura nella vita è la leggerezza e la prof.ssa Scarano ha interpretato brillantemente questo concetto nella sua opera il “Falco Grillaio”. Questa è la migliore lezione con cui salutare la comunità scolastica in vista del Natale ed è anche l’augurio più sincero e autentico con cui affrontare il nuovo 2021: un anno che tutti speriamo possa essere migliore di questo che lo ha preceduto e che possa vederci tutti approdare con successo a quella normalità da tutti auspicata. “Ancora una volta Nunzia – sostiene il Dirigente Scolastico Prof. Giacomo La Montagna – ci ha sorpreso con un bellissimo percorso sull’arte dell’ironia. Abbiamo imparato a planare sul difficile momento che stiamo vivendo con leggerezza ma non con superficialità, abbiamo compreso che attraverso l’ironia possiamo conoscere la vera essenza della realtà. Solo un’artista come Nunzia poteva condurci attraverso un percorso complesso che spazia dalle avanguardie storiche alle installazioni, catturando l’attenzione degli astanti. Attraverso questa iniziativa la nostra scuola vuole continuare ad essere volano culturale per la comunità scolastica di Boville Ernica e invito quanti non hanno avuto la possibilità di seguire la diretta a guardare la registrazione che a breve inseriremo sul nostro sito internet. Colgo l’occasione per augurare serene festività a tutta la nostra comunità e un arrivederci al prossimi eventi che la scuola organizzerà.”. Con queste parole il Dirigente Scolastico, prof. Giacomo La Montagna, ha ringraziato la prof.ssa Scarano per l’impegno assunto e ha salutato la comunità scolastica tutta di Boville Ernica, augurando di cominciare il nuovo anno nel migliore dei modi, cioè lasciandosi alle spalle l’anno terribile e svoltare definitivamente pagina. A tutta la comunità scolastica di Boville Ernica, agli studenti, alle famiglie, al personale Ata, l’augurio di un anno migliore.

Paola Di Scanno